BIOGRAFIA

Carlo Belmondo nasce a Reggio Calabria il 16 ottobre 1982 e a soli 4 anni, alla scuola materna, vestiva i panni di un indiano.

La prima vera rappresentazione teatrale “La Lisistrata” nel ruolo del protagonista maschile “il commissario” arriva a 15 anni e decide, sotto consiglio del regista dell’opera,  di dedicarsi a questa professione.

Raggiunta la maggiore età si trasferisce a Roma spinto ed incoraggiato dalla famiglia.

Inizia a studiare il metodo Stanislawskij – Strasberg con Siddhartha Prestinari, sua coach di fiducia ma ha la fortuna di studiare anche con Francesca la Scala, Pino Leone, Alberto Mosca e Ilza Prestinari. Studia canto con Daniela Ferri, Viviana Hernandez e Timothy Martin.

Per approfondire la sua formazione entra nell’accademia triennale di Claudio e Pino Insegno, la ” Corrado Pani “.

Qui ha la possibilità di approfondire la tecnica con Annabella Cerliani, Giovanni Battista Diotajuti e Alessandro Prete, di studiare doppiaggio con Roberto Pedicini, mimo con Cristina Barzi e canto con Donatella Pandimiglio e Vito Caporale.

Con gli anni però continua a comporre brani inediti, sua prima passione.

Condivide il palco con artisti come Tosca, Andrea Pistilli, “I Picari” (Roberto D’Alessandro, Marco Simeoli, Marta Altinier, Carola Silvestrelli). Con loro porta lo spettacolo “Ercole e le stalle di Augias” presso il Teatro San Raffaele di Roma, partecipa ad una rappresentazione personale di Roberto D’Alessandro e prende parte a “Il cinematografo – 80 film in 80 minuti” diretto da Claudio Insegno e portato in scena al Teatro Traiano di Fiumicino e al Teatro dei Satiri di Roma. Entra a far parte anche del Teatro dell’Opera di Roma dove, con la direzione artistica di Carla Fracci, prende parte per 4 anni alle rappresentazioni di Giselle, Cenerentola, serata Picasso e Dal Faust di Goethe tenute appunto al Teatro dell’Opera o, per le versioni estive, alle Terme di Caracalla.

In quegli anni prende parte a “Tutti in scena” dì e con Claudio e Pino Insegno presso l’Auditorium S. Cecilia di Roma. Lavora con gli “Attori Animati” ed entra a far parte di “Cannibal – il Musical” dì e con Claudio Insegno portato per anni in diverse località italiane.

La passione per la musica e per la chitarra lo portano a scrivere parodie delle canzoni o brani inediti divertenti e questo gli permette di entrare nel mondo del cabaret.

Da novembre 2011 a maggio 2012 lo troviamo in scena in “Lunedi non riposo” al Teatro Sala Umberto di Roma con Roberto Ciufoli, Olen Cesari, Tiziana Foschi, Federico Perrotta, Enrico Lo Verso, Manuel Frattini, Silvia Gavarotti e Silvia di Stefano.

Questi mesi in scena gli permettono di instaurare un rapporto Con Roberto Ciufoli lavorativo ma anche personale tanto da farlo diventare suo padrino nel maggio del 2017.

Nel 2013 entra a far parte del cast di Colorado, programma comico in prima serata su italia uno, con la conduzione di Paolo Ruffini, Lorella Boccia e Olga Kent.

Pochi anni dopo invece con la stessa produzione lo troviamo in “Eccezionale Veramente” in onda su La7 con Paolo Ruffini, Diego Abatantuono, Gabriele Cirilli e Selvaggia Lucarelli.

Non abbandona la sua vocazione attoriale infatti possiamo vederlo su rai 1 in “Ho sposato uno sbirro2” (regia di Giorgio Capitani) e su canale 5 in “Amore pensaci tu”(regia di Francesco Pavolini)

In uno spot per la Calabria dal titolo “Calabria set – domani è il nostro giorno” per la regia di Fabio Mollo e finanziato dalla Calabria Film Commission.

Al cinema in “Una notte agli studio’s” di Claudio Insegno, “Bar Sport” di Claudio Bisio e “Il mondo di mezzo” di Massimo Scaglione.

Nel 2014 diventa testimonial per “Avis Calabria”, con loro realizza due SPOT – Cortometraggi di sensibilizzazione.

Il primo “Un dono per la vita” con Battaglia&Miseferi (duo comico del bagaglino) e Max Pisu (Zelig).

Il secondo invece “Un piccolo grande gesto” con Massimo di Cataldo, Costantino Comito, Andrea Pisani e Luca Peracino (I panpers, Colorado). Quest’ultimo presentato nell’ottobre 2017 al Teatro Grandinetti di Lamezia dove ha intrattenuto il pubblico presente in sala insieme a Roberto Ciufoli e Diana del Bufalo.

Nel 2017  viene selezionato come protagonista per il video musicale “Prendimi l’anima” di Massimo di Cataldo dove, oltre alla collaborazione lavorativa, ne viene fuori un’amicizia che porta lo stesso Massimo ad unirsi nello spot avis sopra indicato.

Dal 22 marzo possiamo sentirlo sulle piattaforme digitali col suo inedito “Non Illudermi” prodotto e distribuito da Believe Digital.

Ama scrivere, suonare e recitare … pensa che nella vita recitino tutti solo che lui lo fa su un palcoscenico.

Il suo motto? “Questo e’ un mestiere meraviglioso: ti pagano per giocare” (Marcello Mastroianni)